Le 5 alternative allo zucchero

Scopriamo assieme alcune dolci alternative per sostituire il dannosissimo zucchero raffinato.

Data news/evento:18.09.2017

Scopriamo assieme alcune alternative allo zucchero raffinato...

Lo zucchero fornisce energia ma non i minerali essenziali di cui il corpo ha bisogno. Dal momento che a molte persone piacciono i dolci, lo zucchero viene aggiunto in molti prodotti e circa l’80% degli alimenti preconfezionati contiene zucchero aggiunto. L’organizzazione mondiale della sanità consiglia di consumare non più di 50 grammi di zucchero al giorno (max il 10% dell’apporto energetico giornaliero) che equivale a 12 cucchiaini per un adulto. Se si riduce la quantità a 6 cucchiaini sarebbe ancora meglio. Dal miele alla stevia, oggi ci sono molti prodotti che possono sostituire lo zucchero e che sono considerati più sani. Scopriamo se è vero e quali sono.

1. Miele

Il miele è un alimento naturale prodotti dalle api che raccolgono il nettare dei fiori, lo scompongono in zuccheri semplici e lo conservano nella borsa melaria. 

Lo sapevi: il miele ha molte vitamine essenziali e minerali ed è uno dei più antichi dolcificanti.

Pro e contro:

Il miele è stato utilizzato a lungo nella medicina naturale per le sue proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e antisettiche e insieme allo zenzero è un buon rimedio contro il raffreddore. Per quanto riguarda i contro, 100 g di miele contengono circa 130 calorie, quasi quanto lo zucchero bianco. Quindi non è ideale se vogliamo “risparmiare” calorie. 

Attenzione: i bambini che hanno meno di 1 anno non dovrebbero mangiare miele perché questo dolcificante naturale potrebbe contenere un batterio che cresce nel sistema digestivo immaturo dei bambini e può causare il botulismo infantile (un’intossicazione da botulino). Inoltre il miele causa la carie, come lo zucchero.

 

2. Zucchero di betulla

Lo xilitolo è un alcool di zucchero (E 967), è usato come sostituto dello zucchero ed è meglio conosciuto come zucchero di betulla. È un componente naturale di alcune verdure e frutti (per esempio cavoli, bacche e prugne) e può essere prodotto industrialmente dallo xilano idrolizzato (un’emicellulosa) in xilosio e ulteriormente processato fino ad ottenere lo xilitolo. Dal momento che il processo è molto costoso, oggi lo zucchero del legno delle betulle viene prodotto anche dallo scarto delle pannocchie di mais.

Pro e contro

Lo zucchero di betulla ha il 40% in meno di calorie rispetto allo zucchero raffinato, non causa l’innalzamento dei livelli dello zucchero nel sangue dopo mangiato e non causa le carie. Lo xilitolo per contro, ha circa 240 calorie ogni 100 g e se lo si mangia in quantità elevate si possono presentare sintomi come flatulenza o diarrea. Dal momento che non ci sono molte ricerche sullo xilitolo, meglio assumerlo in dosi ridotte. 

Attenzione: è dannoso per i cani e può causare seri danni al fegato negli animali.

3. Stevia

Il glicoside steviolico è uno zucchero estratto da una pianta del Sud America chiamata stevia rebaudiana ed è stato utilizzato come additivo negli Stati Uniti dal 2008. In Europa, questo surrogato dello zucchero è stato venduto originariamente come additivo nei i prodotti per l’igiene per la sua proprietà emolliente. 

Curiosità: la stevia è 400 volte più dolce dello zucchero bianco.

Pro e contro:

Non ha calorie e non danneggia la salute dei denti e non ha effetti sul livello di zuccheri nel sangue. La stevia che viene aggiunta nei cibi però è un estratto chimico (E 960) e non contiene quindi nessun nutriente essenziale. Anche se è più dolce dello zucchero, ha un retrogusto amaro e si consiglia di assumerla moderatamente perché non si hanno molte informazioni a riguardo.

4. Nettare d’agave

Anche conosciuto come sciroppo d’agave, questa sostanza è prodotta dal succo dell’agave, una pianta che si trova in Messico. Ha un sapore simile al miele ma una consistenza meno densa.

Pro e contro:

A differenza dello zucchero normale, l’agave contiene metabolici, vitamine e minerali. È più liquido del miele e quindi più facilmente solubile in cibo o bevande. Inoltre, va bene anche per i vegani. Ha però le stesse calorie del miele, quindi non molte meno dello zucchero. Per via dell’alta quantità di fruttosio che contiene, questo dolcificante ha un basso indice glicemico, ma assumere grandi quantità di fruttosio a lungo termine è dannoso per la salute perché può aumentare i livelli del grasso nel sangue e anche nel fegato. 

Lo sapevi: l’indice glicemico indica la capacità dei carboidrati di innalzare la glicemia. Il glucosio puro è usato come punto di riferimento e ha un valore di 100. 

5. Zucchero di cocco

Questo zucchero è fatto dal nettare dei fiori della palma di cocco e ha lo stesso sapore del caramello.

Pro e contro

Contiene molte vitamine e minerali incluso magnesio, ferro e zinco. Ha un indice glicemico più basso rispetto allo zucchero (35) ma questo è dovuto alla quantità di fruttosio contenuta, come per il nettare di agave. Questo zucchero inoltre costa circa 20 € al kg e non è quindi molto economico ma è normale considerato che è estratto a mano.

Conclusioni: molte alternative allo zucchero vengono considerate più sane di quello che realmente sono ma molte contengono troppo fruttosio o sono estratti chimici. Per questo noi di FitClub consigliamo di usare queste alternative con parsimonia o di cercare di diminuire la dose di zucchero. Quando stai mettere lo zucchero chiediti se davvero ne hai bisogno.


torna alla lista

  
Le 5 alternative allo zucchero
18.09.2017
Scopriamo assieme alcune dolci alternative per sostituire il dannosissimo zucchero raffinato.
Corso Base pranic healing a Reggio Emilia
..
Corso Base di Pranic Healing a Reggio Emilia sabato 16 e domenica 17 settembre. Orari: dalle 9.00 alle 18.30 Per ulteriori informazioni contattatemi al seguente numero 3385966135 Luisa...
Meditazione
..
A cosa serve meditare? A quali risultati può portare?
ARCHIVIO NEWS

 
Fit Club
Accedi all'area riservata ai membri del Fit Club, dove troverai i video tutorial dedicati al fitness, il tuo account personale e molto altro.
Ti piace l'innovazione targata Fit Club? Contattaci per entrare a fare parte della nostra squadra
Hai delle esigenze specifiche o vuoi ricevere più informazioni su Fit Club? Scrivici subito!!

 Fit Club

Via Cesure, 19
38033 Cavalese (Tn)
Tel. +39.338.4822064
info@fit-club.net
P. IVA: 02441270226

Impressum | Powered by  Juniper-XS - Cavalese (Tn)

© Copyright fit-club.net 2017
Tutti i diritti riservati.

Privacy e Condizioni di vendita »

Ogni diritto sui contenuti del sito è riservato ai sensi della normativa vigente.
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, del materiale originale contenuto in questo sito sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.